La preparazione è stata intensa, gli animi erano molto positivi, l’obiettivo era a portata di gamba. Queste le basi per la Siena Ultra Marathon. Ben 5 atleti alla partenza: purtroppo Aureli M. ha dovuto dare forfait all’ultimo minuto per attacco influenzale. Alla partenza quindi fissata per le 9:00 da San Giminiano, Panfili M. e Zambotti M. per la 50 km; alle 9:30 da Colle Val D’Elsa, Baranzini S. per la 32 km e infine alle 10:00 da Monteriggioni, Panfili V. per la 18 km. La pioggia prevista copiosa, lascia spazio ad un cielo grigio e minaccioso. Il percorso è molto duro, sia nel tratto iniziale della 50 km  e per tutto l’ultimo tratto, quello della 18 km. Sali e scendi con salite molto insidiose e stancanti, compresa l’ultima di circa 1,5 km prima dell’arrivo a Siena. Molto suggestiva con un bellissimo percorso e scorci naturali impressionanti, ma con poca partecipazione (ma questo sembra essere prerogativa tutta italiana). Il primo a tagliare il traguardo è Panfili V. per la 18 km con il tempo di 1:48:00. A seguire Baranzini S. per la 32 km con il tempo di 2:55:48. Per la 50 km, ildoppio orgoglio L.a.g.o.s. sulle lunghe distanze: Zambotti M. (infortunatosi negli ultimi 20 gg di preparazione) chiude con il tempo di 4:46:42 e Panfili M. (alla sua 22° maratona) chiude con il tempo di 4:49:09.

Avanti tutta L.a.g.o.s.

Domenica 06/03 torniamo invece in abruzzo per disputare la 1° campestre ad Avezzano per il rinnovato Grand Prix Marsica.

article-siena