A volte la vita del runner (quello non di professione) sembra essere un pò noiosa: lavori e corri, corri e lavori (se hai una famiglia gestisci anche quella). Insomma è un pò monotona, se non fosse per quelle garette che ti spingono a raggiungere nuovi obiettivi. La gara in se non ha un valore: arrivare decimo, centesimo, ultimo non importa. E’ tutto quello che vi gira attorno che rende speciale, magica ed insostituibile la gara. E’ per questo che corriamo, per sentirci speciali, magici, pronti a nuove sfide. Il 28/02 l’atletica L.a.g.o.s. con ben 5 partecipanti sarà a Siena per la “Terre di Siena Ultra Marathon”. Il 6/03 è il turno della prima Campestre ad Avezzano (Aq), valevole come gare del Grand Prix Marsica 2016 (un circuito rinnovato, con alcune novità e nuove gare). Il 13/03, doppio appuntamento: a Lussemburgo dove il nostro Alfonsi Federico si cimenterà in una classica 10Km e alcuni atleti saranno alla Deejay ten di Bari.

ilc-post