Cerca

i love casetta

uguale ma diverso… mangiare, bere, ascoltare e correre.

Maggio = sole più corsa

Il weekend appena trascorso è stato felicemente soleggiato dandoci un assaggio dell’estate imminente. Gli atleti L.a.g.o.s. hanno approfittato della mite temperatura per riversarsi in giro per l’Italia a caccia di corsette. Vediamo chi e dove. Partiamo da Ternate in provincia di Varese dove si disputava la seconda edizione de la “Lago di Comabbio run”, dove Stefano Baranzini e Michele Zambotti hanno percorso i 12,4 km previsti rispettivamente in 1h’04’ e 57’14”. Passiamo in Abruzzo, ad Avezzano per la 4° Stracittadina che ha visto un boom di presenze, più di 400 alla partenza. I porta bandiera L.a.g.o.s. neanche a dirlo sono loro: Antonio Barile che chiude i 10 km in 50’14” e Ermanno Zarini con 1h06’58”. In Lazio a Roma, per la 36° Maratonina di Torre Spaccata, un grande Fabio Giancarli chiude i 10 km con il tempo di 37’24”. Infine per la Maratonina di Primavera, a Fonte Nuova in provincia di Roma, Luciano Viola chiude gli 8,3 km con il tempo di 41’29”.

Complimenti a tutti e al prossimo weekend per consumare ancora un po’ di suola delle nostre scarpe.

article-22-maggio

La L.a.g.o.s. va in tv, ospite di AtletiCat, Nati per Correre

Giovedì 12 maggio, alcuni componenti della società sono stati ospiti della trasmissione capitolina, “Nati per Correre” a cura dell’AtletiCat. Un appuntamento settimanale con il mondo dello sport e dell’atletica in particolare a cura di “Sport Atletica Running” da un’idea di Tommaso Colapietro. In studio il vicepresidente Paolo Longo, Fabio Giancarli, Stefano Bonvini. Diego Cosentino, Nadia Speroniero. Riviviamo insieme il loro intervento, in un estratto video.

video-smf
Guarda il video.

Passione trail, tra storia e natura a Pescina

Si è disputato ieri il primo trail a Pescina (Aq) – tra cultura, natura e solidarietà organizzato dall’amico Alvise Di Salvatore dei Plus Ultra di Trasacco. Percorso suggestivo nella valle del Giovenco e sulla carta molto articolato in una giornata soleggiata e gradevole. Al blocco di partenza circa 160 atleti, per i 13,5 km del percorso. La prima fase della gara non molto veloce per il tracciato molto stretto ma dall’impatto naturalistico rilevante con attraversamento del fiume Giovenco; intorno al 6° chilometro si inizia a salire da 800 mt ai circa 1160 mt per circa 4 chilometri. Questo passaggio si rileverà cruciale per il tempo finale. Poi giù per la discesa fino a tornare ai 800 mt, costeggiando la tomba del poeta e scrittore Ignazio Silone fino alla piazza del paese dove era previsto l’arrivo.

Il miglior tempo neanche a dirlo è di Lamiri M. che chiude con 1h04’14”. Tre atleti L.a.g.o.s. erano impegnati nella competizione. Arrivano insieme Antonio B. e Valerio P. (nella foto) con il tempo di 1h40′ e lodevole impresa di Ermanno Z. che chiude con 2h39’57”.

article-pescina

Runner mother’s day e Wings for Life

L’8 maggio è stata la festa della mamma; ilovecasetta fa gli auguri a tutte le mamme che ci hanno supportato e sopportato e che ci sono sempre 🙂 Ma i runners hanno vissuto la domenica come al solito, correndo. Vediamo quindi come sono andati i nostri atleti in giro per l’Italia. Partiamo da Monterotondo (RM) con la maratonina e annessa sagra di fave e pecorino che ha visto Diego C. e Nadia S. percorrere i 10 km del percorso con i rispettivi tempi di 52’45” e 1h03’09”. Ad Ostia per “Antigua Itinera Ostia Antica“, Luciano V. chiude i 9,7 km con il tempo di 45’15”. Passiamo in terra d’Abruzzo, con la 21° Eco Maratona dei Marsi (43 km) e 20° Archeo Run (13 km). La Lagos è presente nella distanza dei 13 km con Antonio B. che chiude con il tempo di 1h15′ e Ermanno Z. con il tempo di 1h34′.

Stesso giorno abbiamo assistito all’edizione 2016 della Wings for Life, competizione benefica che si è tenuta in contemporanea mondiale in 34 città fra cui Milano, che ha visto trionfare l’ormai re incontrastato delle lunghissime distanze, il nostro Giorgio Calcaterra. Infatti con 88,44 km ha demolito tutti gli altri partecipanti in 5h34′. Un successo che è molto di più di una gloria sportiva: infatti in tutto il mondo sono stati raccolti fondi per oltre 6,5 milioni.

article-festa-mamma

Domenica intensa per la L.A.G.O.S.

Possiamo affermare che nel weekend appena trascorso la L.a.g.o.s. non si è risparmiata. Infatti abbiamo visto i nostri atleti impegnati in ben quattro gare. Partiamo dall’Italia. Sabato a Roma alla nona edizione de “Corri al massimo per Irene”, F. Giancarli alla prima uscita stagionale chiude i 5 km previsti in 20’20”. In quel di Pietrasecca, Carsoli si è disputato il 1° trail riserva naturale Grotte di Pietrasecca. Suggestivo percorso di 12 km, che ha visto oltre 200 atleti alla partenza. A portare i colori della società ci hanno pensato A. Barile che chiude con il tempo di 1h19′ e E. Zarini con il tempo di 1h42′.

A Roma era in programma la diciottesima edizione dell’Appia Run, di cui avevamo già parlato in questo articolo. Ben 6 gli atleti L.a.g.o.s. alla partenza e anche all’arrivo per i 13 km previsti 🙂 S. Bonvini chiude con il tempo di 56’08”, a seguire V. Panfili in 1h08′, M. Piccirilli in 1h10′, L. Cimino in 1h23′ e L. Viola con 1h27′. Nella 4 km non competitiva P. Longo in 32’30”.

Chiudiamo la nostra rassegna con F. Alfonsi che a Lussemburgo chiude i 12,5 km dell’ DKV URBANTRAIL , duro e suggestivo trail in città con il tempo di 1h06′.

Ci vediamo lunedì 25 aprile per la mezza maratona del Fucino.

17-04-16

L.a.g.o.s nella città eterna e nel Connemara

Domenica 10 Aprile è stata contraddistinta dalla lunghe distanze. Molte le maratone in giro per l’Europa, ad alcune delle quali erano presenti i baldi atleti L.a.g.o.s. A Roma, per la 22° edizione della maratona capitolina e in Irlanda per Connemara International Marathon.

Vediamo i risultati insieme.

Penta è il primo L.a.g.o.s. all’arrivo con il tempo di 3h31′, a seguire Viola con 3h52′, Barile con 4h03′ a chiudere Cosentino con il tempi di 4h40′. Nella stracittadina di 5 km l’immancabile Zarini.

Nella durissima “hit the wall” nel Connemara, Panfili M. chiude la sua 42 km con il tempo di 4h07′.

Vi ricordiamo i prossimi appuntamenti in calendario: 17 aprile a Roma la storica Appia Run; a Pietrasecca – Carsoli il trail Riserva Grotte del Cervo; il 25 aprile la mezza maratona del Fucino con partenza da Luco dei Marsi.

article-mdr-connemara

Menu combo fish

La Pasqua è alle porte, e anche se il pranzo domenicale e la pasquetta di solito sono a base di carne, nelle settimane che la precedono soprattutto nei venerdì c’è abbondanza di pesce. Vi consigliamo quindi un’abbinata combo super fish menu da leccarsi i baffi composto da due portate: moscardini in rosso e polpettine di suro con patate confit.

Ingredienti per 2:

500 g di moscardini, 500 g di suro, 5 patate, 300 ml di passata di pomodoro, 30 g di pangrattato, 30 g di pecorino, 100 ml vino bianco secco, 1/2 bicchiere di aceto, rosmarino q.b., pepe q.b., sale q.b., olio evo q.b.

combo-fish-menu

Preparazione:

Pulire accuratamente i moscardini, tagliarli a pezzi di circa 2 cm. Portare a bollore in una casseruola l’acqua con il vino e l’aceto e lasciare cuocere per 20 minuti. Nel frattempo pulire i suri, lasciando solo i filetti. Pulire le patate, tagliarle a cubetti e lessarle per circa 15 minuti. Trasferirle in forno con olio, sale, pepe e rosmarino e cuocere a 120° per 30 minuti o fin quando non risulteranno tenere. Ridurre la polpa dei suri e amalgamarla con il pangrattato e il pecorino, sale e pepe. Formare delle polpette grandi come una noce. Cuocere in olio e mettere da parte. Scolare i moscardini e saltarli in padella antiaderente con olio e peperoncino: aggiustare di sale e pepe, aggiungere la passata di pomodoro e lasciar cuocere per altri 10 minuti. Tutti gli ingredienti sono pronti e possiamo impiattarli.

Il consiglio è di utilizzare la rimanenza del vino per fare un bel brindisi 🙂 Enjoy, auguri di buona Pasqua e se volete a pasquetta mangiate degli ottimi Arrosticini Abruzzesi.

 

Atletica L.a.g.o.s. in giro per l’Europa

Marzo è un periodo ideale per le gare domenicali, con una temperatura mite e sprazzi di sole che indicano quasi l’arrivo della primavera (di solito è cosi 🙂 ); questi fattori hanno accompagnato vari componenti dell’Atletica L.a.g.o.s. dei Marsi in giro per l’Europa a macinare chilometri. Facciamo un resoconto partendo dall’Italia.

E’ il weekend della Roma Ostia, la mezza più partecipata di Italia, giunta alla sua 42° edizione, dominata dai keniani con un primo tempo straordinario 58′ 44″ (quarto tempo mondiale assoluto) di Yego Solomon Kirba. Il primo L.a.g.o.s. all’arrivo è Bonvini S. con il tempo di 1h36’03”, a seguire Viola L. con il tempo di 1h43’16”, Barile A. con il tempo di 1h47’48” a chiudere Aureli A. con il tempo di circa 3h per la fitwalking non competitiva. Si segnala anche la presenza di Cosentino D.

Anche a Vigevano si correvano i 21km per la decima mezza maratona della Scarpa d’Oro – Vigevano. Due componenti presenti anche nella provincia di Pavia: Buccella S. e Bondi B.

Ci spostiamo adesso in Spagna, per la 39° edizione della maratona di Barcellona. Alla partenza troviamo uno dei nostri temerari e ultra maratoneta Panfili M., in pieno allenamento per la 64km che lo vedrà impegnato nel Connemara (Eire) ad Aprile, completa la sua 21° fatica sui 42Km con l’ottimo tempo di 3h23’25”.

Infine, prima garetta stagionale per Alfonsi F. in Lussemburgo che completa i 10km previsti con il buon tempo di 44’10”.

Complimenti a tutti i nostri atleti che con costanza e sacrificio sfrecciano sulle strade riempendole di colori ed emozioni.

article-ostia-barcellona-lussemburgo

Zuppa ceci, vongole e bietoline

La zuppa nasconde nella sua preparazione e nella successiva degustazione un qualcosa di magico. In inverno la preferisco a qualsiasi altro piatto. Oggi la prepariamo con degli ingredienti di stagione con un connubio terra-mare insolito.

Ingredienti per 2:

250 g di ceci secchi, 500 g di vongole, 100 g di bietoline di stagione, 1 bicchiere vino bianco secco, olio e.v.o. q.b., sale q.b., timo q.b., peperoncino q.b., pepe q.b.

IMG_6218

Preparazione:

Due operazione da effettuare il giorno prima: mettere i ceci in acqua fredda per almeno 24 ore e immergere le vongole in acqua fredda salata per far rilasciare gli eventuali residui di sabbia. Prendere una pentola, mettere olio e peperoncino, lasciare soffriggere 1 minuto e inserire i ceci. Regolare di sale e pepe, aggiungere il timo. In una padella mettere olio e peperoncino, aggiungere le vongole e bagnare con il vino bianco. Lasciare andare fin quando tutte le vongole saranno aperte. Sgusciarle e metterle da parte. Filtrare il liquido con un colino a maglia stretta con aggiunta di carta (per evitare qualsiasi residuo). Aggiungere ai ceci le bietoline precedentemente tagliate e il succo di vongole. Lasciar cuocere altri 10 minuti e spegnere la fiamma.

Impiattare con delicatezza e gustare.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑